original language: french
last update: 09/09/2001
translation by: Matteo Ianeselli

Benvenuto in DemoLinux

Il CD di DemoLinux permette di usare Linux senza bisogno di installare, preparare partizioni o effettuare altre operazioni complesse che ancora oggi rendono difficile a molte persone l'avvicinamento a Linux. Questo CD non installa Linux sul disco rigido, tuttavia permette di utilizzare Linux a piacimento fino a quando eventualmente si deciderà di procedere con un'installazione vera e propria.

Tutto ciò è reso possibile impiegando una serie di funzionalità tecniche presenti nel kernel di Linux e da altro software free (principalmente proveniente da S.u.S.E. e RedHat)
 

Propositi

Il nostro obiettivo è quello di permettere a chiunque di farsi in autonomia un'idea di quello che Linux può offire, ed anche di dare ai produttori di software un mezzo per distribuire versioni dimostrative dei loro prodotti per Linux che siano facili da usare senza inutili complicazioni.

Questo CD costituisce inoltre un fantastico mezzo per usare Linux ovunque: è possibile portarsi appresso la propria configurazione preferita in un CD che sta in tasca, sedersi davanti alla maggior parte dei PC con a bordo un altro OS ed avviare il sistema dal CD per trovarsi nel giro di qualche minuto con il proprio ambiente preferito.
 

Requisiti Hardware

Per provare DemoLinux è necessario avere un computer IBM-PC compatibile con un lettore CD-ROM (meglio se si tratta di un lettore ATAPI, e meglio ancora se 32x o più, altrimenti bisognerà avere un po' di pazienza) e:

Tutto ciò permette di avere un sistema Linux funzionante con un desktop preconfigurato.

ATTENZIONE: Il CD di DemoLinux funziona con una vasta gamma di configurazioni harwdare, ma può succedere che alcuni dispositivi (specialmente quelli molto vecchi) non vengano riconosciuti da questo CD: ciò non vuole in alcun modo significare che essi non possano funzionare con un'installazione completa di Linux. Per il momento, ad esempio, stampanti e schede audio vengono ignorate intenzionalmente. Infine, per permettere un uso semplice su una moltitudine di computer differenti, viene usato un driver dei dispositivi grafici basato sullo standard di compatibilità VESA bios, supportato dalla più parte delle schede grafiche: esso può offrire performance non ottimali con la vostra scheda grafica (la frequenza di refresh puè essere inferiore rispetto a quella ottenibile usando un driver specifico, e comunque il driver VESA non fa uso di tutte le accelerazioni che la vostra scheda può offrire).
 

Uso

Avviamento

Se il vostro PC lo permette, il modo più semplice consiste nell'effettuare l'avvio dal lettore CD-ROM. I PC più recenti permettono di farlo tramite una semplice modifica nelle impostazioni del BIOS, che possono essere configurate all'accensione premendo un qualche tasto particolare (specificato da un messaggio del tipo "Press DEL to enter BIOS Setup"): occorre accertarsi che il lettore CD-ROM sia il primo dispositivo di avvio.

Se invece non avete nemmeno idea di cosa sia la parola BIOS, potete procedere preparando un dischetto di avvio, usando il file immagine disponibile sul CD, per poi avviare con esso il computer. Per fare questo basta avviare una sessione DOS (o aprire un prompt di MSDOS in Windows) ed inserire il CD (e se state leggendo queste informazioni avete probabilmente già inserito il CD nel lettore). Per quanto segue supporremo che il CD si trovi nell'unità D:, ma qualora si trovasse in un'altra unità basterà sostituire D: di conseguenza. In seguito, digitate CD D:SUSE e poi D:DOSUTILSRAWRITE. Questo programma chiederà l'immisione del nome di un file: digitate BOOT.IMG. Esso chiederà poi il nome di un'unita a disco: rispondete A: (o B: a seconda di dove avete inserito il dischetto vuoto). Una volta terminato, riavviate il PC lasciando inseriti sia il dischetto che il CD (ma accertatevi che il dischetto sia nell'unità A:).

Scegliere la risoluzione dello schermo

Ora avete avviato il vostro PC dal CD o dal dischetto che avete appena creato: verrà mostrata una pagina di presentazione ed alcune informazioni sul progetto DemoLinux accessibili mediante i tasti F1, F2, F3, F4, F5 e F6 (copyright, informazioni sulla risoluzione video, etc.). Potete leggere quanto desiderato con tutta calma, in quanto il processo di avvio procederà da solo unicamente se non si preme alcun tasto per alcuni minuti (e in tal caso verrà usata una risoluzione di default di 640x480).

>Ora è necessario scegliere la risoluzione video da usare, digitando 1024, o 800, o 640 di seguito alla richiesta

boot:
che si trova nell'angolo in basso a sinistra dello schermo.

ATTENZIONE: sebbene ciò possa accadere esclusivamente con monitor del tutto obsoleti, una scelta errata della risoluzione (tipicamente una più alta di quelle supportate dal monitor) può DANNEGGIARE il monitor. Il manuale accluso al monitor dovrebbe indicare in maniera chiara quali risoluzioni sono supportate.

Scegliete la risoluzione che usate di solito sulla vostra macchina. Per avere 1024x768 basta digitare 1024, per avere 800x600 basta digitare 800 e per avere 640x480 basta digitare 640 (quest'ultima è la risoluzione di default).

Scelta del linguaggio e del tipo di tastiera!